MANCATO PAGAMENTO DI UN F24 – RESPONSABILITÀ DELLA BANCA

Responsabile la Banca che non avvisa il cliente del mancato pagamento di un F24

Corte di Cassazione, prima sezione civile, sentenza n. 20640 del 2019

Nel caso di specie l’attrice aveva convenuto in giudizio innanzi al Giudice di Pace l’istituto di credito, chiedendone la condanna al risarcimento dei danni conseguenti all’omessa comunicazione dell’esito negativo del mandato conferito per il pagamento di somme dovute a titolo di Irpef mediante modulo F24 non compilato in modo completo, deducendo responsabilità contrattuale dell’istituto di credito, sia con riferimento alla disciplina del mandato, sia con riferimento al rapporto di conto corrente e ai conseguenti obblighi informativi.

Il Giudice di pace aveva respinto la domanda, attribuendo all’attrice la responsabilità esclusiva dell’errata compilazione del modulo F24.

Anche il Tribunale aveva respinto il gravame, ritenendo che nessuna responsabilità incombeva alla Banca per l’errata compilazione del modulo, di cui invece doveva rispondere esclusivamente la ricorrente.

Nel ricorrere in Cassazione la cliente dell’istituto di credito lamenta che la Banca avrebbe dovuto verificare allo sportello le mancanze di compilazioni di alcuni campi del modulo F24 e prontamente comunicarglielo; invece tale comunicazione era avvenuta solamente con la ricezione da parte sua dell’estratto conto trimestrale, provocando in tal modo l’emissione della cartella di pagamento da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Gli Ermellini, intervenuti sulla questione hanno accolto il ricorso sostenendo che:

“l’adempimento del mandato esige e ricomprende non solo il diligente compimento, da parte del mandatario, degli atti per i quali il mandato stesso è stato conferito, ma anche degli atti preparatori e strumentali, nonché di quelli ulteriori che, dei primi, costituiscano il necessario complemento, e comporta altresì il dovere di informare tempestivamente il mandante delle eventuale mancanza o inidoneità dei documenti occorrenti all’esatto espletamento dell’incarico”.

Il mandatario, tenuto al compimento, con la diligenza del buon padre di famiglia, degli atti preparatori e strumentali alla esecuzione del mandato, nonché di quelli ulteriori, che dei primi rappresentano il necessario completamento, ha il dovere di informare tempestivamente il mandante anche dell’eventuale mancanza o inidoneità dei documenti necessari al corretto espletamento dell’incarico.

Quindi, anche se la ricorrente aveva compilato erroneamente il modulo, non completandolo, ed anche ammettendo che l’istituto di credito non fosse tenuto a rilevare tale circostanza nel momento preciso del compimento dell’operazione, si deve tener presente i principi generali che governano il contratto di mandato quanto alla responsabilità della Banca successivamente alla constatata impossibilità di procedere all’esecuzione dell’operazione.

Secondo l’articolo 1708 c.c.:

“Il mandato comprende non solo gli atti per i quali è stato conferito, ma anche quelli che sono necessari al loro compimento.

Il mandato generale non comprende gli atti che eccedono l’ordinaria amministrazione, se non sono indicati espressamente”.

L’articolo 1710 c.c. impone invece al mandatario di adempiere ai propri obblighi con la diligenza del buon padre di famiglia e, il secondo comma dell’art. 1176 c.c., quanto alle obbligazioni inerenti lo svolgimento di un’attività professionale richiede la valutazione della diligenza con riguardo alla natura dell’attività esercitata.

Infine si deve precisare come il secondo comma dell’art. 1710 c.c. obbliga il mandatario ad informare il mandante delle circostanze sopravvenute che incidono sul mandato.

Per tali ragioni l’istituto di credito avrebbe dovuto informare la cliente della mancata esecuzione dell’operazione affidata.

Dott.ssa Benedetta Cacace


VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrebbe interessarti

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi