VIOLAZIONE DEI DOVERI FAMILIARI: LA (POTENZIALE) RILEVANZA DEONTOLOGICA DELLA VITA PRIVATA DEL PROFESSIONISTA

Violazione dei doveri familiari: la (potenziale) rilevanza deontologica della vita privata del professionista

Deve ritenersi disciplinarmente responsabile l’avvocato per le condotte che, pur non riguardando strictu sensu l’esercizio della professione, ledano comunque gli elementari doveri di probità, dignità e decoro e, riflettendosi negativamente sull’attività professionale, compromettono l’immagine dell’avvocatura quale entità astratta con contestuale perdita di credibilità della categoria. …. leggi articolo completo

Scarica testo integrale della Sentenza

Consiglio Nazionale Forense (pres. f.f. Picchioni, rel. Allorio), sentenza del 13 dicembre 2018, n. 177

Fonte: https://www.codicedeontologico-cnf.it

Potrebbe interessarti

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi