NIENTE RISARCIMENTO SE SI CADE SUL MANTO STRADALE MA SI CONOSCEVA BENE LO STATO DEI LUOGI


VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Informativa sulla Privacy

Caduta sul manto stradale: niente risarcimento se il danneggiato conosceva bene lo stato dei luoghi

Corte di Cassazione, terza sezione civile, sentenza n. 17443 del 2019

Nel caso di specie il danneggiato aveva convenuto in giudizio, innanzi al Tribunale di primo grado, il Comune, chiedendo il risarcimento del danno derivato dalla caduta a causa della presenza sul manto stradale di una buca non visibile.

Il Tribunale aveva accolto le doglianze attoree, condannando il Comune al risarcimento del danno patito. In riforma della decisione impugnata la Corte d’Appello aveva accolto il ricorso del Comune, premettendo che sì la violazione del dovere di cautela da parte del danneggiato in presenza di cosa potenzialmente pericolosa rappresenta caso fortuito idoneo ad interrompere il nesso di causalità tra la cosa e l’evento dannoso, tuttavia in corso di causa era emerso che il danneggiato era a conoscenza dello stato dei luoghi, percorsi di notte ed in condizioni di scarsa visibilità, e che pur in mancanza di illuminazione lo stato diffuso di dissesto della strada era immediatamente percepibile per chi vi transitava e ancor di più per chi era a conoscenza dello stato dei luoghi.

Detto ciò, causa del sinistro era stato il comportamento imprudente del danneggiato, il quale, a mezzo dell’ordinaria diligenza resa necessaria dalle palesi e conosciute condizioni della strada, ben avrebbe potuto evitare la caduta.

Nell’adire la Corte di Cassazione il danneggiato lamenta violazione e falsa applicazione dell’art. 2051 c.c., ritenendo che fosse obbligo del custode eliminare le situazioni di pericolo e che la Corte d’Appello non avesse valutato le risultanze istruttorie in base alle quali era emerso che lo stesso percorreva la strada oggetto di discussione, una sola volta l’anno, nel periodo estivo e che le buche non erano visibili perché coperte dalle foglie e piene d’acqua.

Gli Ermellini, intervenuti sulla questione hanno dichiarato inammissibile il ricorso in quanto il ricorrente, mira in realtà alla revisione del giudizio di fatto, senza denunciare un vizio di motivazione, valutazione preclusa alla Cassazione.

In ogni caso la decisione impugnata è conforme alla giurisprudenza di Cassazione in materia di rilevanza della condotta del danneggiato nella fattispecie di cui all’art. 2051 c.c.

“Il caso fortuito, rappresentato dalla condotta del danneggiato, è connotato dall’esclusiva efficienza causale nella produzione dell’evento; a tal fine, la condotta del danneggiato che entri in interazione con la cosa si atteggia diversamente a seconda del grado di incidenza causale sull’evento dannoso, in applicazione dell’art. 1227 ce, comma 1; e deve essere valutata tenendo anche conto del dovere generale di ragionevole cautela riconducibile al principio di solidarietà espresso dall’art. 2 Cost. Pertanto, quanto più la situazione di possibile danno è suscettibile di essere prevista e superata attraverso l’adozione da parte dello stesso danneggiato delle cautele normalmente attese e prevedibili in rapporto alle circostanze, tanto più incidente deve considerarsi l’efficienza causale del comportamento imprudente del medesimo nel dinamismo causale del danno, fino a rendere possibile che detto comportamento, benché astrattamente prevedibile, sia da escludere come evenienza ragionevole o accettabile secondo un criterio probabilistico di regolarità causale”.

La circostanza della conoscenza dello stato dei luoghi da parte del ricorrente fa sì che lo stesso, consapevole del dissesto della strada, avrebbe dovuto adottare le cautele richieste dalle circostanze del caso; pertanto per effetto della violazione del dovere di cautela si era interrotto il nesso causale tra fatto ed evento dannoso.

Dott.ssa Benedetta Cacace

VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

Potrebbe interessarti

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi