La firma elettronica e la frode informatica

L’articolo 640 quinques chiude la panoramica dei reati informatici tipizzati dal legislatore, individuando una specifica responsabilità per il gestore di servizi di firma elettronica.

A fronte della diffusione sempre più diffusa di sistemi di firma elettronica, soprattutto nel mondo delle professioni legali, chiudiamo questa rassegna di articoli che abbiamo inaugurato con la disposizione che punisce la frode informatica.

Come andremo a scoprire di seguito, il legislatore ha individuato una particolare tipologia di frode informatica. Ovvero quella perpetrata dal soggetto che presta servizi di certificazione di firma elettronica.

Il reato sarà così configurato dalla violazione degli obblighi di legge previsti per il rilascio di un certificato qualificato. Anche in questo caso la norma si riferisce all’ingiusto profitto o al danno potenziale o concreto arrecato alla persona offesa.


Le caratteristiche del reato.

Anche se la dottrina non è unanime sul punto, la fattispecie si può inserire nel novero dei delitti contro il patrimonio commessi mediante frode. Per quanto riguarda, invece, l’elemento soggettivo, il reato è punibile a titolo di dolo specifico.

Proprio il dolo specifico permette di distinguere i profili penali della condotta posta in essere dal prestatore dei servizi di firma elettronica da quelli civili. Questi ultimi sono specificamente individuati dall’art. 30 primo comma, lettera D, del Codice dell’Amministrazione Digitale.

Due parole meritano di essere spese per con riferimento alla configurabilità del tentativo. Quest’ultimo, non vi sono dubbio, deve essere ritenuto non configurabile. La violazione degli obblighi di legge: o è posta in essere, oppure no. Non vi sono ipotesi intermedie.

Avv. Jacopo Marchini

 

Potrebbe interessarti

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi